Morganti & Partners The Bright Side Of The Future
The Bright Side Of The Future

MiC: Piano per l’Arte Contemporanea.

Il MiC ha pubblicato  un Avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali per l’acquisizione, la produzione e la valorizzazione di opere dell’arte e della creatività contemporanee destinate al patrimonio pubblico italiano con data di apertura il 01/02/2022 e data di chiusura il 12/04/2022 (ore 16).

Possono presentare domanda:

a) tutti i musei e luoghi della cultura  di appartenenza pubblica (art. 101 del D. Lgs 42/2004), compresi quelli dotati di autonomia organizzativa e di bilancio, anche costituiti in forma di fondazione, istituzione e azienda speciale;
b) soggetti privati senza scopo di lucro gestori dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica di cui alla lettera a).

Requisiti comuni e imprescindibili per tutti i soggetti partecipanti sono:

a) essere proprietari o gestori di una collezione pubblica a cui destinare le acquisizioni e le produzioni realizzate attraverso il finanziamento del PAC o che abbia beneficiato di donazioni legate all’arte e alla creatività contemporanea, come indicato all’art. 3 dell’avviso;
b) dimostrare una chiara programmazione, a medio e lungo termine, nel campo dell’arte e della creatività contemporanee.

Le proposte progettuali sono finanziate fino alla misura del 100%dei costi ammissibili, comprensivi degli oneri fiscali dovuti per legge.

Il Piano per l’Arte Contemporanea 2021 si sviluppa attraverso tre specifici ambiti di intervento:

a) ACQUISIZIONE (Ambito 1)
• Finanziamento per acquisizione di opere realizzate negli ultimi 50 anni (Sezione I).
• Finanziamento per acquisizione di collezioni o archivi legati all’arte e alla creatività contemporanee (Sezione II).

b) PRODUZIONE (Ambito 2)
• Finanziamento per la produzione di nuove opere (Sezione III).

c) VALORIZZAZIONE DI DONAZIONI (Ambito 3)
• Finanziamento per progetti di valorizzazione di donazioni (Sezione IV).

Sono oggetto del PAC:

a) opere esistenti o di nuova produzione di artisti e creativi italiani o stranieri viventi o meno,  la cui esecuzione risalga a meno di 50 anni fa, senza limitazione di linguaggi e tecniche, che rivestano un interesse culturale tale da giustificarne l’acquisizione al patrimonio pubblico;

b) archivi o collezioni di opere di artisti e creativi italiani o stranieri riferibili alla creatività contemporanea italiana e internazionale degli ultimi 50 anni, unici e coerenti sotto il profilo tematico e/o della storia collezionistica o della storia dell’arte degli ultimi 50  anni e che rivestano un interesse culturale tale da giustificarne l’acquisizione al patrimonio pubblico. Possono essere altresì presi in considerazione collezioni o archivi contenenti anche opere, documenti o materiali la cui realizzazione risalga a oltre 50  anni fa purché, nel loro complesso, coerenti con le finalità del presente Avviso.

Sono inoltre oggetto del PAC i progetti di valorizzazione relativi alle donazioni, ricevute nel corso degli ultimi 5 anni, dalle collezioni pubbliche candidate al presente Avviso e consistenti in opere, collezioni o archivi come descritti precedentemente.

I contenuti delle proposte devono dimostrare, da parte degli enti proprietari e/o gestori della collezione pubblica di destinazione, una progettualità, anche in prospettiva, nei temi del contemporaneo e una coerenza della proposta con la missione e con le politiche di acquisizione e incremento della collezione stessa.

Le proposte possono prevedere attività di valorizzazione delle acquisizioni o produzioni oggetto della proposta stessa.

Nel caso dei progetti afferenti agli ambiti 1 e 2, non rientrano nel finanziamento attività di valorizzazione non collegate alle acquisizioni o produzioni sostenute dalla presente edizione del PAC.e

Le risorse complessive ammmontano a 3.182.551,00 Euro così distribuiti:

Ambito 1: 1.682.551,00 Euro
Ambito 2: 1.000.000,00 Euro
Ambito 3: 500.000,00 Euro

 

Vuoi fare domanda ?

Morganti & Partners sarà lieta di aiutarti!

Per Informazioni – TEL. 06/88798831 – Mail: info@morgantipartners.it

Per leggere  l’avviso cliccate qui

 

 

 

Privacy Policy Cookie Policy