Bando Jazz 2023

Programma: Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo Tipologia Richiedenti Possono presentare domanda di contributo organismi pubblici o privati senza scopo di lucro, anche non dotati di personalità giuridica, operanti in ambito nazionale, che siano in possesso dei seguenti requisiti:  1) svolgimento di comprovata attività pluriennale a carattere professionale nel campo del jazz; 2) sede legale ed operativa in Italia; 3) rispetto della normativa vigente in materia di rapporti di lavoro e del CCNL dei lavoratori del settore impiegati. Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda Data di apertura: 14/10/2022 Data di chiusura: 14/11/2022 (ore 16:00) Valore Progettuale Minimo e massimo Non indicati Percentuale di cofinanziamento Il contributo è assegnato al singolo progetto in proporzione ai punti conseguiti, proporzione calcolata rispetto al totale dei punti assegnati all’insieme di tutti i progetti ammessi a finanziamento. Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento Limite superiore: € 35.000,00  Morganti & Partners assiste i soggetti giuridici privati, gli Enti Locali o altri Enti Pubblici  nella presentazione delle domande. Per Informazioni –  06/88798831 o invia una mail a info@morgantipartners.it Per leggere l’Avviso clicca qui
Dettagli Il presente avviso stabilisce criteri e modalità per la concessione di contributi a favore di progetti innovativi per la promozione e la valorizzazione della musica jazz, per non più di 35 mila euro ciascuno, presentati da organismi pubblici o privati, senza scopo di lucro, anche non dotati di personalità giuridica, con una delle seguenti finalità: 
  1. a) promozione di talenti emergenti e di formazioni jazzistiche anche giovanili a carattere orchestrale; 
  2. b) ricerca e sperimentazione, anche attraverso la committenza di nuove opere, nel settore della musica jazz; 
  3. c) attività formative indirizzate al perfezionamento professionale; 
  4. d) realizzazione di progetti e di iniziative educative nelle istituzioni di formazione idonee a favorire la conoscenza della cultura jazzistica; 
  5. e) sviluppo professionale della filiera del jazz italiano. 
Le attività considerate dovranno concludersi entro l’anno 2023, fatti salvi gli obblighi di rendicontazione previsti dal presente decreto.
 
Privacy Policy Cookie Policy