Fondazione Film Commission Campania: Contributi per attività di promozione e diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva

La Regione Campania, ha definito, con le linee guida del Piano 2020-2021, le azioni volte allo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo attraverso l’assegnazione di sostegni ordinari ai soggetti interessati in tre diverse sezioni così individuate:

Sezione 1 Opere audiovisive

Sezione 2 Promozione della cultura cinematografica e audiovisiva e diffusione della cultura cinematografica.

Sezione 3 Sostegno all’esercizio e principi di localizzazione.

In questo post approfondiamo la sezione 2. Delle sezioni 1 e 3 parliamo qui.

 

Il fondo si rivolge a:

Soggetti pubblici o privati che operano nel settore del cinema e dell’audiovisivo senza fini di lucro, costituiti in qualsiasi forma giuridica, comprese le università che realizzano iniziative di promozione della cultura cinematografica e audiovisiva.

Non sono ammissibili le istanze presentate da persone fisiche e imprese, a esclusione delle società cooperative.

Per le Attività di Alfabetizzazione  possono presentare domanda anche i soggetti pubblici o privati (con codice ATECO 59.14.00) che gestiscono le sale cinematografiche e hanno una consolidata e dimostrabile esperienza in iniziative di promozione.

Al momento della presentazione della domanda ovvero al momento della liquidazione del contributo i soggetti richiedenti devono avere sede operativa sul territorio della regione Campania.

I soggetti richiedenti devono, altresì essere in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

  1. essere legalmente costituiti da almeno due anni a far data dal giorno successivo alla pubblicazione sul B.U.R.C. del presente Avviso;
  2. avere come finalità statutaria o attività principale l’organizzazione di attività culturali nel campo del cinema e dell’audiovisivo. Tale requisito non è richiesto agli Enti pubblici che dovranno soltanto documentare i contenuti e la storicità della manifestazione per la quale chiedono accesso al contributo.

La percentuale di cofinanziamento è dell’80%

L’ammontare del contributo non potrà, inoltre, superare l’importo massimo di:

– € 70.000,00 per le Categorie A – B – C: Festival, Rassegne e Premi

– € 20.000,00 per la Categoria D: Attività di alfabetizzazione

 

Quattro le categorie individuate dalla  Regione Campania:

1 Festival, Rassegne e Premi

CATEGORIA A – FESTIVAL.

Il Festival cinematografico e audiovisivo è una singola iniziativa rivolta al pubblico, con ingresso a titolo oneroso o gratuito, caratterizzata da finalità di ricerca, originalità, promozione delle opere cinematografiche e audiovisive, dei talenti nazionali e internazionali.
Il Festival deve avere una durata non inferiore a 4 giorni continuativi e non superiore a 12 giorni continuativi, e prevedere almeno un concorso, articolato in una o più sezioni, diffuso attraverso un bando pubblicato on-line su almeno una piattaforma dedicata, a mezzo stampa e attraverso i canali di promozione del festival.
Il festival deve inoltre prevedere la pubblicazione di almeno un catalogo in formato cartaceo o digitale

CATEGORIA B – RASSEGNA.

La Rassegna è una singola iniziativa che si svolge stabilmente nel territorio regionale della Campania  ed è finalizzata alla promozione della cultura cinematografica e audiovisiva e alla valorizzazione delle qualità artistiche delle opere e degli autori.
Si tratta di una manifestazione rivolta al pubblico, con ingresso a titolo oneroso o gratuito, anche a carattere non periodico, della durata non inferiore a 3 giorni anche non continuativi e non superiore a 60 giorni complessivi (in totale, anche non continuativi), che è caratterizzata dalla proiezione di opere audiovisive anche non inedite, selezionate sulla base di una tematica o finalità specifica.

CATEGORIA C – PREMIO.

Il Premio cinematografico e audiovisivo è una singola iniziativa che si svolge stabilmente nel territorio regionale ed è finalizzata alla promozione della cultura cinematografica e audiovisiva e alla valorizzazione delle qualità artistiche delle opere e degli autori.

Consiste nella selezione di progetti di opere cinematografiche, televisive e web e nell’assegnazione, da parte di una giuria qualificata, di riconoscimenti e premi a operatori del settore in relazione alla loro partecipazione o all’effettuazione della scrittura, produzione e diffusione di una specifica opera audiovisiva, ovvero di una pluralità di opere audiovisive nel corso di più anni.

 

2 Attività di Alfabetizzazione

CATEGORIA D ATTIVITÀ DI ALFABETIZZAZIONE.

Tali attività sono caratterizzate dalla realizzazione di un progetto che prevede l’avviamento alla comprensione del senso delle immagini, la divulgazione e la diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva soprattutto tra le nuove generazioni, con l’obiettivo di implementare l’audience development e la film literacy.

Il progetto, della durata non inferiore a 3 giorni anche non continuativi e non superiore a 30 giorni complessivi (in totale, anche non continuativi), si svolge previo un adeguato percorso laboratoriale, seminariale e/o didattico sancito da un accordo di collaborazione/partenariato con scuole di ogni ordine e grado, atenei pubblici e privati e/o enti pubblici e privati che operano nel settore audiovisivo.

L’accordo deve essere sottoscritto e approvato prima della presentazione della domanda dagli organi direttivi di tutti gli enti partner del progetto.

Le attività sono realizzate anche in luoghi con destinazione diversa dalla sala cinematografica quali auditorium, sale parrocchiali di quartiere, biblioteche, campus universitari e ogni altro spazio utile al fine di promuovere la conoscenza e la condivisione della cultura cinematografica e audiovisiva.

 

Le iniziative devono svolgersi nel territorio regionale della Campania.

Le iniziative devono, indipendentemente dall’entità del contributo concesso, in ogni caso essere realizzate tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, come da programma presentato all’atto della presentazione della domanda.

Tali iniziative, per effetto dei provvedimenti di restrizione sociale adottati dalla pubblica autorità per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, possono essere svolte in qualsiasi forma: online, presenziale, ibrida (online e presenziale).

In conformità con il dettato del DM n. 213 del 26/05/2020 sono ammesse a contributo anche le iniziative annullate nel corso dell’anno 2021 o svolte solo parzialmente, sulla base delle spese ammissibili sostenute.

I progetti per i quali si presenta la domanda devono avere carattere di originalità e unicità, e non possono essere sezioni di altre manifestazioni e iniziative già esistenti e/o svolgersi nell’ambito delle stesse e, inoltre, devono presentare una chiara esposizione dei contenuti e delle caratteristiche tali da essere inequivocabilmente considerati “Festival”, “Rassegne”, “Premi”, “Attività di Alfabetizzazione”.

Per la Categoria D – Attività di Alfabetizzazione non sono ammissibili i progetti già approvati e finanziati nell’ambito dei programmi didattici degli enti che sottoscrivono il partenariato.

Inoltre i progetti non possono contenere elementi comuni, formali e sostanziali, di altri progetti afferenti alla presente sezione (“Promozione della cultura cinematografica e audiovisiva e diffusione della cultura cinematografica”) dell’Avviso. In questi casi tutte le istanze presentate saranno considerate inammissibili.

Non saranno concessi contributi per progetti che risultino beneficiari di altri contributi da parte della Regione Campania.

 

Le spese ammissibili sono:

Spese relative alla logistica:
– Affitto e allestimento spazi per l’iniziativa

– Imposte di registro e concessioni governative

– Imposte su occupazione suolo pubblico

– Applicazione dei protocolli sanitari e di sicurezza

Spese connesse all’utilizzo delle opere audiovisive protette dal diritto d’autore ovvero da diritti di proprietà intellettuale:
– SIAE e diritti d’autore per l’utilizzo delle opere cinematografiche

– Trasporto e noleggio supporto audiovisivo

Spese per l’innovazione tecnologica e la valorizzazione dei luoghi e degli spazi di fruizione:
– Spese per la diffusione online di opere cinematografiche e prodotti audiovisivi – Spese relative agli aggiornamenti software, siti internet, editoria elettronica

Spese relative alla promozione e pubblicità dell’iniziativa:

– Spese per stampa pubblicazioni cataloghi cartacei e digitali, volantini pubblicitari, etc. – Spese per acquisto premi

– Spese per pubblicità on line

Spese relative al personale

– Compenso direttore artistico

– Compensi per collaboratori

– Spese per personale tecnico

– Spese per personale artistico

– Spese per personale dedicato alla sicurezza sanitaria

Spese di missioni e ospitalità

– Spese di missione per direttore artistico e delegazione artistica preventivamente autorizzata – Spese di ospitalità per personalità e operatori del settore

Spese generali e di gestione per un periodo coerente con la durata del progetto

– Affitto sede associazione

– Utenze relative alla sede

– Spese per segreteria e personale dipendente con lettera di incarico a progetto

Area di Cooperazione:

Campania

 

Partenariato:

Possono proporre progetti da realizzare singolarmente o in forma associata, nell’ambito di un rapporto di partenariato con altri soggetti comunque operanti nel settore del cinema e dell’audiovisivo.

Risorse complessive:

Le risorse finanziarie pari a € 1.250.000,00 sono così ripartite tra le seguenti categorie:

  • Festival, Rassegne e premi cinematografici e audiovisivi: € 1.050.000,00.
  • Attività di alfabetizzazione: € 200.000,00.

 

Le domande, da presentare online su piattaforma dedicata,  devono essere presentate entro il 25 giugno 2021.

 

— > Vuoi Presentare la Domanda per la tua Impresa?  La Morganti & Partners sarà lieta di aiutarti!

Per Informazioni – TEL. 06/88798831 o invia una mail a info@morgantipartners.it

 

–> Per il Bando Clicca qui

Privacy Policy Cookie Policy