Regione Lazio: Progetto formazione e cultura: valore lettura e produzione letteraria. II edizione

A seguito dell’elevato livello di adesione alla prima edizione,  la Regione Lazio ripropone l’iniziativa Progetto formazione e cultura: valore lettura e produzione letteraria destinandola alle persone più giovani .
La finalità è sempre quella di favorire la nascita di momenti di aggregazione e socializzazione letteraria e culturale che accrescano il benessere personale e sociale, per aumentare le occasioni di socializzazione e di apprendimento legate all’accesso al mondo dei libri e della carta stampata, rivitalizzando i supporti tradizionali come strumento di apertura alla conoscenza e come mezzo di rafforzamento dei momenti di riflessione e di dialogo con le giovani generazioni su un ampio spettro di tematiche presso le case editrici che aderiranno all’iniziativa.

Due sono gli obbiettivi specifici : 

favorire percorsi extrascolastici al fine di promuovere la conoscenza e la formazione, sperimentando processi di apprendimento attivo e facendo esperienze dirette con i soggetti e i mestieri del mondo del libro attraverso incontri, seminari, workshop;

 potenziare e recuperare il prezioso patrimonio librario, sostenendo iniziative volte alla valorizzazione di piccole attività artigiane del settore, creando opportunità di crescita e rinnovamento.

La proposta deve contribuire alla crescita del bagaglio culturale degli e delle studenti attraverso modalità di apprendimento non formali, incontri, seminari che stimolino la sperimentazione di soluzioni innovative ed efficaci per accrescere l’attrattività e la qualità dell’istruzione e della formazione, anche come strumento per il contrasto dell’abbandono e incentivo alla prosecuzione di percorsi di formazione utili a migliorare le condizioni di vita dei e delle giovani, anche al di fuori del contesto strettamente familiare e scolastico.

Il bando  finanzia la realizzazione di “momenti” di formazione, confronto e aggregazione, progettati anche in modalità mista, cioè sia in presenza sia online  (piattaforme digitali).
Tutti gli incontri, dibattiti, seminari, comprensivi di attività educative, formative e di aggregazione devono essere pensati in in favore degli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, al fine di favorirne la crescita culturale, educativa, relazionale, attraverso un approccio quanto più possibile integrato e che metta insieme la dimensione sociale, educativa e psicologica.

. Gli incontri dovranno caratterizzarsi come spazio di apprendimento all’interno di una sperimentazione che consentirà di applicare il modello ad un delimitato gruppo di studenti per poi passare ad una massima applicazione delle attività, una volta attentamente valutati gli impatti. Il progetto quindi consta di una proposta in cui l’Istituto scolastico stabilisce il numero di allievi che intende far partecipare, garantendo necessari criteri di omogeneità nella selezione delle classi tali per cui vi sia adeguata predisposizione a partecipare alle attività.

Le attività possono prevedere:
seminari/eventi di discussione e confronto, prevedendo il coinvolgimento di esperti che contribuiscano al raggiungimento delle finalità perseguite e alimentino il dibattito e il confronto;
esperienze laboratoriali, che possano prevedere anche la realizzazione di prodotti multimediali utili alla diffusione del “messaggio”;
webinar sulle tematiche oggetto dell’avviso con la partecipazione di esperti e/o autori;
altre tipologie di strumenti/modalità attuative chiaramente specificati e motivati nel progetto in connessione al progetto formativo cardine.

Gli incontri/seminari dovranno:
prevedere il coinvolgimento di 1/2 referenti che contribuiscano, grazie alla loro esperienza, al raggiungimento delle finalità perseguite ed alimentino il dibattito e il confronto;
avere una durata ricompresa fra le 2 e le 4 ore e caratterizzarsi come sessioni formative, con un coinvolgimento di un numero di allievo congruo rispetto alla disponibilità degli spazi;
tenuto conto dei parametri minimi sopra indicati, essere realizzati avendo una flessibilità di durata e oraria, rispondente alla tipologia di intervento ed in base agli accordi precedentemente stretti con il soggetto proponente che dovrà ospitare l’iniziativa;
garantire il coinvolgimento di non meno di 20-40 allievi.

Le tematiche degli incontri dovranno rientrare tra quelle di seguito elencate:
• Società, costume e modelli di comportamento delle giovani generazioni;
• Nuove frontiere della comunicazione e dei social network e sicurezza;
• Democrazia, libertà e diritti civili;
• Solidarietà e apertura verso nuove culture, religioni;
• Risorse naturali e rispetto dell’ambiente;
• Individuo, famiglia e sistema di relazioni;
• Sport e turismo;
• AgriFood e GreenFood.

I testi utilizzati durante la realizzazione degli incontri, che dovranno essere donati ai partecipanti alle iniziative (dovrà essere assicurata l’assegnazione di un volume per ciascun allievo partecipante direttamente alle attività), potranno afferire a diverse categorie come la narrativa, la saggistica, la poesia, la cronaca e l’inchiesta giornalistica, la ricerca scientifica, la storia e la politica e, in ogni caso, potranno affrontare i temi indicati sia come approfondimento degli aspetti critici e problematici (es. razzismo, bullismo, comportamento scorretti in campo nutrizionale) sia in ottica positiva e di prospettiva.

Possono presentare domanda le case editrici (imprese o associazioni la cui attività principale consiste nella produzione e distribuzione di libri, periodici o di testi stampati in genere)  gli editori di varia, di scolastica, del settore accademico e professionale – aventi sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Lazio, obbligatoriamente accompagnata da una lettera di adesione da parte di almeno  un istituto scolastico.

Per garantire maggiore diffusione del progetto all’interno del territorio regionale e per offrire maggiore sinergia tra i soggetti deputati alla divulgazione della cultura e letteratura, è altresì ammessa la possibilità da parte dei soggetti proponenti di coinvolgere anche le biblioteche e i musei accreditati e rientranti nell’albo regionale degli istituti culturali.

Le domande possono essere presentate dal  07/07/2022 alle ore 17 del 15/09/2022.

 

Vuoi presentare domanda? 

La Morganti & Partners sarà lieta di aiutarti!

Per Informazioni – TEL. 06/88798831 o invia una mail a info@morgantipartners.it

–> Per leggere l’Avviso per i soggetti giuridici privati clicca qui

 

Privacy Policy Cookie Policy